ClaudiaPorchietto.it Home

rassegna stampa

Filtra per testata o autore:
PDF
CronacaQui. Scritto da Alessandro Barbiero
venerdì 9 novembre 2012

Cassa in deroga, finiti i soldi

"I soldi per pagare la cassa in deroga ai lavoratori sono finiti. Non sappiamo che cosa aspetti il ministero del Lavoro ad attribuirci la nuova tranche di risorse, che abbiamo a più riprese sollecitato, come ha fatto la settimana scorsa con altre Regioni". E' il nuovo allarme che arriva dall'assessore regionale al Lavoro, Claudia Porchietto, sui finanziamenti per gli ammortizzatori sociali in deroga. [...]

Leggi tutto
La Stampa. Scritto da Alessandro Previati
giovedì 1 novembre 2012

Il dopo Asa è dietro l’angolo. Evitato fallimento dell’azienda

Questa è la volta buona. Domani sera, o al più tardi sabato, si conoscerà il nuovo gestore della raccolta rifiuti dell’alto Canavese. Al netto di eventuali imprevisti, sarà, per forza di cose, una data storica. L’Asa, il consorzio multiutility del Canavese, cesserà definitivamente di esistere. [...]


PDF
CronacaQui. Scritto da Enrico Romanetto
mercoledì 31 ottobre 2012

Stranieri in aumento: oggi sono 422mila. Un piemontese su 10

Quasi un piemontese su dieci è straniero, la stessa percentuale di quanti corregionali considerano ancora l'immigrazione come una "questione sociale allarmante". [...]

Leggi tutto
PDF
CronacaQui. Scritto da Alessandro Barbiero
mercoledì 31 ottobre 2012

Porchietto: "Indotto a rischio con altri 36 mesi di limbo"

Bene che la Fiat rimanga in Italia, ma con quali modelli e, soprattutto a Torino, con quali livelli di occupazione? Da destra a sinistra, oltre che dalle associazioni imprenditoriali, i commenti arrivati ieri dopo la presentazione dei piani del Lingotto per il Belpaese hanno tutti un filo conduttore: prima di valutare, serve un maggiore livello di dettaglio. [...]

Leggi tutto
La Repubblica. Scritto da Stefano Parola
mercoledì 31 ottobre 2012

Marchionne rivede i piani “A Mirafiori e Grugliasco il polo del lusso targato Fiat”

Ha confermato che a Grugliasco i modelli saranno due (tra cui l’erede della Quattroporte) ed ha annunciato che lo stabilimento di corso Tazzoli sfornerà un grande suv. Più avanti per Torino ci sarà anche la “ammiraglia” dell’Alfa Romeo, l’erede della 164, ma l’azienda non ha ancora deciso se destinarla a Mirafiori o a Grugliasco. Due stabilimenti che, comunque, Marchionne vuole vedere lavorare in stretta sinergia. [...]


PDF
La Repubblica. Scritto da Maria Elena Spagnolo
mercoledì 31 ottobre 2012

“Mille profughi dal 31 dicembre sulla strada”

Un appuntamento importante per avere dati e analisi aggiornati. «Il volume quest’anno si intitola ‘Non sono numeri’ per sottolineare che dietro le statistiche ci sono persone vere», ha spiegato Sergio Durando, direttore dell’Ufficio Pastorale Migranti di Torino. Che ha concordato con il predecessore don Fredo Olivero e l’arcivescovo Nosiglia: urge trovare una soluzione per i profughi arrivati l’anno scorso, l’emergenza Nord Africa. [...]

Leggi tutto
PDF
La Stampa. Scritto da Marina Cassi
mercoledì 31 ottobre 2012

A Mirafiori la Fiat vuole le ammiraglie

Non ci sono più i Suv nel futuro di Mirafiori, ma oltre alla Mi.To che proseguirà la produzione - «una famiglia di vetture di alta gamma destinata ai mercati europei ed internazionali». Sono modelli Maserati e Alfa Romeo con l’erede della 164. L’annuncio trova il consenso dei sindacati firmatari del contratto che da tempo chiedevano modelli redditivi e destinati alle esportazioni. [...]

Leggi tutto
PDF
La Stampa. Scritto da Vanni Caratto
martedì 30 ottobre 2012

Imprenditori con un euro. Mezzo flop

Doveva essere una piccola rivoluzione. Rischia di essere un flop, almeno in Piemonte. A due mesi dall’introduzione del decreto sulle società da un euro di capitale per gli under 35 e quelle a capitale ridotto, i numeri non sono quelli di un «boom»: 37 nate a Torino, 10 ad Alessandria, 5 a Novara, per scendere a numeri da prefisso telefonico nelle altre province. «Sono numeri che non
mi stupiscono - commenta Claudia Porchietto, assessore al Lavoro della Regione -: era una proposta debole e sbagliata. Debole perché con un capitale sociale meramente fittizio qualsiasi business plan diventa insostenibile e difficilmente credibile per le banche. Sbagliata dal punto di vista del messaggio che dava ai giovani, cioè che fare impresa è facile e banale». [...]

Leggi tutto
PDF
La Repubblica. Scritto da Stefano Parola
martedì 30 ottobre 2012

Patto tra Piemonte e Val d’Aosta sulle politiche per l’occupazione

Piemonte e Valle d’Aosta stringono un’intesa sulle politiche del lavoro «per unire le forze e superare insieme l’attuale crisi economica», come spiegano il presidente piemontese Roberto Cota e il suo assessore al Lavoro Claudia Porchietto. [...]

Leggi tutto
PDF
La Stampa. Scritto da D. M.
martedì 30 ottobre 2012

Ecco l’asse Aosta-Torino per arginare la recessione

«Vogliamo condividere le rispettive migliori pratiche per rispondere ai bisogni occupazionali dei nostri territori in un ottica di sistema interregionale». Claudia Porchietto, assessore al Lavoro della Regione Piemonte, ha battezzato così l’accordo firmato con il presidente della Regione Valle d’Aosta Augusto Rollandin. Un’intesa che punta a sviluppare strategie comuni di intervento con l’obiettivo di «avviare un processo di condivisione di strumenti e competenze». [...]

Leggi tutto

Scarica il PDF

news

Start

video

Intervento Claudia Porchietto sull'emergenza profughi

Una frase del mio intervento: "I pochi esempi che portano i media sui profughi sono quelli brillanti che però coinvolgono solo piccole

newsletter

Inserisci la tua mail per ricevere i comunicati ed essere aggiornato sulla mia attività politica

dai comuni

Tutte le novità, notizie e riflessioni riguardanti il tuo Comune di residenza segnalate dagli amici amministratori locali e dagli elettori. Uno spazio libero per il dibattito.

Piemonte