Claudia Porchietto

Da Mise 41 milioni di euro a supporto dei brevetti delle pmi

03.04.2013 Print

Diventa operativa la linea "capitale di rischio" del Fondo nazionale per l'innovazione (FNI), strumento creato dal ministero dello  Sviluppo economico per agevolare il finanziamento di progetti innovativi basati sulla valorizzazione industriale dei titoli di  proprietà industriale (brevetti, disegni e modelli).

Per investire nel capitale di Pmi che realizzano programmi di investimento finalizzati alla valorizzazione economica dei brevetti, precisa una nota del ministero, è stato costituito un apposito fondo mobiliare chiuso, Ipgest, di 40,9 milioni di euro (di cui 20 pubblici). La tranche di investimento per ciascuna Pmi può arrivare fino a 1,5 milioni di euro nell'arco di dodici mesi.

Con questa linea, che si affianca a quella dei finanziamenti agevolati, si completa l'offerta del ministero dello Sviluppo economico per agevolare l'accesso al capitale di credito da parte delle Pmi italiane che intendono valorizzare il proprio patrimonio immateriale. Per la gestione operativa del Fondo è stata selezionata la Sgr Innogest, alla quale le Pmi interessate dovranno rivolgersi per la presentazione delle domande. (Fonte Ansa)