Claudia Porchietto

Le code ai centri dell'impiego colpa della Riforma Fornero

04.01.2013 Print

Lunghe code, da inizio anno, nei tredici centri per l'Impiego gestiti dalla Provincia di Torino. Colpa della crisi, ma anche della cosiddetta riforma  Fornero. La riforma d'altra parte ha aumentato le funzioni che i Centri devono svolgere nelle stesso momento in cui la spending review ha tagliato 26 milioni di euro, aggravando il patto di stabilità e rendendo impossibile il turn over del personale.

Nel 2012 gli utenti che si sono registrati allo stato di disoccupazione, ha fatto sapere la Provincia di Torino, "sono stati più di 50 mila, in crescita rispetto all'anno precedente, ma i contatti con i Centri per l'impiego per le diverse attività sono stati almeno il triplo". (Fonte Ansa)