Claudia Porchietto

Codacons, gesti estremi di esercenti sono sempre più frequenti

19.12.2012 Print

"La crisi economica è diventata oramai anche crisi sociale". Lo afferma in una nota il Codacons, commentando l'episodio della donna che questa mattina nel torinese ha sparato al suo creditore e poi ha cercato di togliersi la vita perchè il suo bar doveva essere pignorato.

"Gesti estremi da parte di esercenti, artigiani e piccoli imprenditori schiacciati dai debiti, sono purtroppo sempre più frequenti, e danno vita in Italia ad una vera e propria emergenza sociale - afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi -. Nel 2012 sono aumentati enormemente i casi di cittadini che, in preda alla disperazione provocata dal non saper far fronte ai debiti o al pagamento delle tasse, hanno perso la ragione, abbandonandosi ad atti anche gravi come quello avvenuto oggi".

"Il Governo non può limitarsi ad elevare le tasse e inasprire il fisco, ma deve anche intervenire per dare sostegno ad esercenti e imprenditori in crisi - conclude Rienzi - studiando provvedimenti in grado di aiutare chi ha un carico troppo elevato di debiti e per questo non riesce a pagare entro i termini" (Fonte Ansa)