Claudia Porchietto

Smartphone e tablet, due ore di lavoro in più al giorno

01.11.2012 Print

Un recente studio britannico rivela che la tecnologia non ci ha salvato e semplificato la vita. La qualità della vita in verità è peggiorata.  Un recente studio britannico rivela che smartphone e tablet, con la scusa di darci una mano, ci hanno in realtà intrappolato in una dipendenza totale che aggiunge alle nostre giornate congestionate una quota significativa di lavoro che prima semplicemente non esisteva.

Lo studio, promosso dal colosso delle vendite di prodotti hi-tech, Pixmania.com, sostiene infatti che l’uso di tablet e smartphone aggiunga almeno due ore lavorative al giorno destinate a chiamate di lavoro e gestione della posta elettronica, considerato che il 90 per cento dei volontari coinvolti nel sondaggio possiede un telefono che accede alle email. Un lavoratore su dieci trascorre una media di tre ore al di fuori dell'orario di ufficio a occuparsi della propria posta elettronica e i due terzi hanno ammesso di controllare la propria corrispondenza virtuale subito prima di andare a dormire e appena aperti gli occhi il mattino successivo. Se poi i dati vengono considerati su base annuale i risultati sono sconfortanti: ogni anno gli inglesi regalano alla vita lavorativa una media di 460 ore grazie ai device mobili. (Fonte Corriere della Sera)