Claudia Porchietto

Fare rete nei momenti di crisi contro l'usura

25.10.2012 Print

C'è un solo modo per non cadere nelle mani degli usurai: che istituzioni, banche, enti locali, forze dell'ordine lavorino "in rete" per mettersi a fianco delle famiglie e delle piccole imprese perchè superino le difficoltà. È l'appello lanciato oggi a Torino dal neocommissario straordinario di Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura, Elisabetta Belgiorno.

Con lei, al convegno sul tema "Come aiutare le famiglie nella tempesta economica perfetta", il prefetto di Torino Alberto Di Pace. "Torino e il Piemonte sono l'esempio di come questa rete sia fondamentale - ha detto Belgiorno - si pensi all'attività dell'Osservatorio Regionale sull'usura e alla Fondazione Antiusura Crt, La Scialuppa. Anche qui c'è sofferenza tra le famiglie e le imprese, ma il tessuto sociale tiene".

Massimo Lapucci, segretario generale della Fondazione Crt ha poi ricordato come la fondazione Scialuppa, nata 15 anni fa per
aiutare le famiglie in difficoltà, abbia visto negli anni un crescendo di richieste, dalle 55 del 1998 alle 1.109 del 2011 per un intervento complessivo di 6,6 milioni di euro. (Fonte Ansa)