Claudia Porchietto

Italia ancora maglia nera nel saldo delle fatture

10.11.2015 Print

L'Italia incassa l'ennesimo record negativo: nelle transazioni commerciali tra famiglie e imprese infatti il tempo medio di pagamento registrato quest’anno è mediamente di 48 giorni. Rispetto al 2014 lo scarto tra la fattura e il suo pagamento è sì sceso di 27 giorni, ma resta il peggiore in Europa.

I dati emergono da una indagine dell’Ufficio studi CGIA che sottolinea come il calo sia dovuto non alla ripresa ad un cambiamento nelle abitudini degli italiani, quanto piuttosto da una maggiore prudenza delle imprese, principalmente quelle artigiane. Si seleziona in modo più oculato la clientela e poi hanno iniziato ad investire nel recupero crediti. Nel settore dell’edilizia e dell’autoriparazione poi si inizia a pretendere un anticipo da parte dei clienti. 

L'Italia comunque resta maglia nera: sia nelle transazioni commerciali tra Pubblica amministrazione e fornitori sia in quelle tra imprese private, l’Italia presenta i tempi di pagamento medi più lunghi d’Europa: rispettivamente 144 e 80 giorni medi. In Spagna le fatture si saldano dopo 45 giorni, in Francia dopo 33, nel Regno Unito dopo 15 e in Germania dopo 13.