Claudia Porchietto

Per non dimenticare: il Governo ha appena scippato l'87,6% ai pensionati

15.08.2015 Print

Sarebbe bene segnarselo sul calendario, per non dimenticare come spesso facciamo noi italiani: il 3 agosto il governo di centrosinistra ha scippato ai pensionati l'87,6% di quanto dovuto. In autunno Renzi cercherà di incantare le folle con le sue mirabolanti promesse di riduzione della pressione fiscale.

Bene, in quel momento sarà opportuno riportare alla memoria il 3 agosto quando Renzi con un colpo di spugna per decreto, ha disatteso alla sentenza della Corte Costituzionale che condannava il governo a risarcire i pensionati per la mancata indicizzazione delle pensioni superiori a tre volte il trattamento minimo Inps per il biennio 2012-2013. Una mossa che è “costata” ai pensionati italiani 17,6 miliardi di euro.

Il decreto del centrosinistra invece ha previsto di "risarcire" solo 2,1 miliardi di euro (12,4%) ledendo palesemente i diritti di 4,5 milioni di pensionati interessati. Ricordare è indispensabile per non ripetere gli stessi errori quando saremo richiamati finalmente a scegliere il governo del nostro Paese.