Claudia Porchietto

Imprese: 1.800 contratti rete per 9mila aziende in 4 anni

02.12.2014 Print

Oltre 1.800 contratti e 9 mila aziende coinvolte, in quattro anni: all'istituto del contratto di rete si ispira un numero sempre crescente di imprenditori e così il recente modello di aggregazione prende slancio con buone carte da giocare anche per il futuro. Emerge da un monitoraggio effettuato da InfoCamere su questo tipo di accordi iscritti nel Registro delle Imprese gestito dalle Camere di commercio italiane. Il nuovo strumento si conferma per le imprese di tutte le dimensioni, ''un'occasione per rispondere alla difficile congiuntura economica e mantenersi competitive sul mercato''.

La classifica regionale - informa InfoCamere - continua ad essere guidata dalla Lombardia con 2.021 imprese in rete, seguono Emilia-Romagna con 1.133 imprese e Toscana con 939, tre regioni in cui si trova oltre il 44% delle aziende; fanalini di coda Valle d'Aosta (3) e Molise (38). A livello settoriale prevale l'industria (32,7%) in particolare metalmeccanica, moda e meccanica; in evidenza anche il comparto alimentare con più di 300 imprese, il 10% del totale di settore. I 'servizi alle imprese' si collocano al secondo posto (24,1%) con la divisione legata alle realtà specializzate in attività legali, contabilità, direzione aziendale e consulenza gestionale a farla da padrone, seguite dal comparto manifatturiero. Decisamente ridotta la diffusione del nuovo istituto tra le imprese agricole: su 770 mila aziende, solo poco più di 500 realtà fanno parte di una rete per una percentuale pari allo 0,07% del totale di settore.  (Fonte Ansa)