Claudia Porchietto

300Mln di euro dall'Ue per ricerca industriale e sviluppo sperimentale

11.09.2014 Print

Dalle ore 10.00 del 30 settembre di quest’anno, le imprese potranno iniziare a presentare le domande di agevolazioni per la realizzazione di progetti di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale negli ambiti tecnologici individuati dal programma dell’Unione europea, “Horizon 2020”.

IN COSA CONSISTE L’AGEVOLAZIONE – Il Bonus consiste in un finanziamento concesso ad un tasso agevolato, la cui percentuale varia a seconda della dimensione d’impresa: è pari al 70 per cento per le piccole imprese, al 60 per cento per le imprese medie e al 50 per cento per quelle grandi.

DOTAZIONE – Il progetto dispone di 300 milioni di euro di risorse finanziarie, il 60 per cento delle quali è riservato ai progetti presentati dalle piccole e medie imprese.

PROGETTI FINANZIABILI – I progetti di ricerca e sviluppo devono prevedere un ammontare complessivo di spese ammissibili compreso tra 800mila e 3 milioni di euro. Possono essere presentati dalle imprese singole, dalle imprese in forma congiunta o da organismi di ricerca (fino ad un massimo di tre soggetti).

DURATA – Il finanziamento concesso dura, al massimo, otto anni, oltre un periodo di preammortamento di 3 anni.

AMMONTARE DEL TASSO – Il tasso di finanziamento previsto è pari al 20 per cento del tasso di riferimento stabilito dalla Commissione europea (e comunque non inferiore allo 0,8 per cento).

(Fonte Cgia di Mestre)