Claudia Porchietto

Natalità e mortalità imprese: il saldo torna attivo. + 2.000

21.07.2014 Print

Nel secondo trimestre 2014 il sistema imprenditoriale piemontese ha mostrato una lieve espansione. Nel periodo aprile-giugno 2014, infatti, sono state 6.539 le aziende nate in Piemonte, dato più basso rispetto a quello registrato nel corso dello stesso trimestre del 2013. Al netto delle 4.618 cessazioni (valutate al netto delle cancellazioni d’ufficio), il saldo è positivo per 1.921 unità (nel II trimestre 2013 il saldo era risultato maggiore), dato che porta a 449.045 lo stock di imprese complessivamente registrate a fine giugno 2014 presso il Registro delle imprese delle Camere di commercio piemontesi.

Il bilancio tra nuove iscrizioni e cessazioni si traduce in un tasso di crescita del +0,43%, inferiore sia rispetto a quello registrato nello stesso periodo del 2013 (+0,50%) che rispetto a quello rilevato a livello medio nazionale (+0,59%). La debole crescita registrata a livello complessivo regionale scaturisce, essenzialmente, da quella rilevata dalle province di Novara (+0,61%), di Alessandria (+0,56%) e dal capoluogo regionale (+0,46%). Risultano, invece, inferiori al dato medio piemontese, i tassi di crescita registrati dalle altre realtà provinciali: Vercelli e il Verbano Cusio Ossola concretizzano una crescita del +0,38% ciascuna, mentre Cuneo e Asti rilevano un tasso del +0,30% e del +0,27%. Si contraddistingue, infine, per una situazione di sostanziale stazionarietà la provincia di Biella (+0,16%).

Valutando i tassi di variazione percentuale trimestrale dello stock delle imprese registrate per settori di attività economica si osserva come i comparti del turismo, degli altri servizi e del commercio abbiano manifestato una performance positiva (rispettivamente, +1,27%, +0,65% e +0,53%); risultano, invece, pressoché stabili le basi imprenditoriali delle costruzioni (+0,18%) e dell’industria in senso stretto (+0,11%), mentre è negativo il tasso di variazione trimestrale registrato dall’agricoltura (-0,08%). (Fonte Unioncamere Piemonte)