Claudia Porchietto

Il premio nazionale dell'Innovazione e delle start up ha i colori piemontesi. Quattro progetti su cinque in finale

04.11.2013 Print

Grande successo delle università piemontesi a Genova al Premio nazionale dell'innovazione, consegnato nella cornice del Festival della Scienza. Quattro dei cinque progetti piemontesi, che si sono aggiudicati la Start Cup Piemonte e Valle d'Aosta, sono stati selezionati tra i 16 finalisti, in rappresentanza di tutti i tre atenei piemontesi, il Politecnico di Torino, l'università di Torino e l'università del Piemonte orientale. Un riconoscimento al lavoro degli incubatori e della Regione Piemonte che ogni anno accompagnano decine di persone nella realizzazione delle loro idee innovative

Il Politecnico di Torino si è aggiudicato il Premio nazionale e la start up Ecolumiere ha vinto il primo premio nella categoria Cleantech, con il massimo dei punti, e un assegno da 15 mila euro utili a lanciare l'attività. La start up è stata fondata da due ricercatori del Poli, Massimo Ruo Roch e Maurizio Martina, laureati in Ingegneria elettronica con anni di esperienza sulle tecnologie elettroniche e delle comunicazione, che si occupano delle attività di sviluppo del nuovo dispositivo. Grazie alla collaborazione con Flavio Ghirardi, amministratore unico della Neodelis srl, che si occuperà della rete commerciale, è nata Ecolomiere.

L’idea imprenditoriale prevede la realizzazione di un nuovo dispositivo Led garantirà un risparmio energetico del 40-50% rispetto ai led tradizionali tramite la modulazione dell’emissione luminosa in funzione della luce presente e la comunicazione ottica tra dispositivi. La regolazione avverrà in modalità del tutto automatica, senza la necessità di alcuna interazione da parte di un operatore su interruttori o dimmer e garantirà un risparmio energetico del 40-50% rispetto ai led ‘tradizionali’, e del 70-75% rispetto alle lampade a fluorescenza (quelle comunemente note come ‘lampade a risparmio energetico’). Dapprima saranno lanciati sul mercato i tubi Led: l’offerta commerciale è particolarmente interessante per gli attori industriali, in particolare per l’installazione in stabilimenti produttivi, e per il settore terziario, in particolare uffici, negozi, hotel e centri commerciali. In un secondo momento, saranno lanciate sul mercato anche le lampadine Led, rivolte al mercato consumer. "È stata un'esperienza emozionante - commenta il team di Ecolumiere - è un progetto di successo in nome della collaborazione tra la ricerca e l'industria, che a Torino trova un ecosistema favorevole e evidenza le competenze e la qualità del mondo accademico torinese".
A I3P approda anche un terzo premio offerto da Microsoft che è stato assegnato alla Start Up di Treatabit (l'Incubatore web di I3P) Sccolleriche ora potrà installare le proprie tecnologie nel laboratorio Led appena inaugurato al Politecnico di Torino.

Claudia Porchietto