Claudia Porchietto

E' ora che a Roma si smetta di pensare al proprio piccolo futuro

29.09.2013 Print

So che mi attirerò le critiche di molti lacchè. Quelli che il consenso non glielo concede neanche la loro mamma, ma credetemi che per chi come la maggior parte di noi che rappresenta le istituzioni locali, e lavora incessantemente per un Paese diverso, è desolante vedere quanto sta accadendo a Roma. Lascia senza parole e poi saremmo noi i dissacratori delle Istituzioni? Quelli che non pensano al bene del Paese? Vergognatevi e tornate a pensare agli italiani e non al vostro piccolo futuro.

Ormai diventa difficile distinguere tra destra e sinistra: vorrei almeno poter distinguere persone degne di fare politica e non.

di Claudia Porchietto - dopo la crisi di governo