Claudia Porchietto

Un murales dei ragazzi degli enti formativi per colorare i tavoli di crisi

09.11.2012 Print

È avvenuta oggi, alla presenza dell’assessore Claudia Porchietto, e di Patrizia Sandretto Re Rebaudengo,  presidente della Fondazione omonima, la presentazione del murales che i ragazzi degli enti formativi Ciofs, Enaip e Immaginazione Lavoro hanno donato all’assessorato al Lavoro della Regione Piemonte per “colorare” la sala riunioni dove si tengono i principali tavoli di crisi che coinvolgono le aziende piemontesi.

“Questi ragazzi hanno portato arte, professionalità e passione all’interno dell’assessorato – ha spiegato Porchietto –. Passione per i corsi che stanno frequentando, professionalità grazie alle competenze che hanno dimostrato di possedere realizzando questa opera e arte visto che ci vuole un gusto artistico per tradurre le proprie idee ed emozioni in un murales. L’iniziativa nasce dalla volontà di avvicinare sempre di più i giovani alle istituzioni, aumentare le occasioni di dialogo con loro e dimostrare che gli studi che stanno compiendo saranno loro utili per trovare sbocchi professionali nel prossimo futuro. In un momento nel quale all’Oval è in corso di svolgimento l’apprezzata e invidiata manifestazione Artissima, anche l’assessorato al Lavoro ha aperto le porte ai giovani e all’arte”.

“Un ringraziamento va al lavoro degli insegnanti – ha sottolineato Patrizia Sandretto Re Rebaudengo – che stanno formando questi ragazzi offrendo loro un mestiere. Confido che nei prossimi anni alcuni giovani provenienti dalle scuole professionali, magari anche qualcuno di quelli presenti oggi, possano trovare nell’arte una stabile occupazione. Come Fondazione prestiamo grande attenzione ai giovani: ogni anno interagiamo durante le nostre manifestazioni con circa 15mila giovani. È un bene che questo avvenga perché la riscoperta della cultura e dell’arte non è sono solo un’opportunità concreta di lavoro ma anche un modo per arricchirsi e vivere meglio”.