Claudia Porchietto

Fondi della cassa in deroga: il ministro Fornero passi dagli annunci ai fatti

18.10.2012 Print

Sono più di 38mila i lavoratori in cassa in deroga, per un importo complessivo ad oggi autorizzato a preventivo che sfiora i 300milioni di euro, tetto che verrà ampiamente superato entro la fine dell’anno.

Ad oggi il Piemonte ha già superato il numero delle domande di cassa in deroga dell’intero 2011. Ma non sono bastate le continue sollecitazioni dell'Ente indirizzate al ministero del Lavoro per ottenere risorse aggiuntive, per l’esattezza 100milioni di euro, al fine di coprire le nuove autorizzazioni da qui alla fine dell’anno.

Oggi in commissione di Concertazione, è stato lanciato l’allarme sulla necessità di una nuova provvista di risorse per l’erogazione della cassa in deroga da qui alla fine dell’anno. Infatti fin dalla prima richiesta al ministero, effettuata sulla base dei dati storici e dei monitoraggi, era stato chiarito che il fabbisogno per il Piemonte sarebbe stato di circa 130/150milioni di euro. Sino ad ora però sono arrivati solo 50milioni di euro.

Il ministro Fornero ha più volte rassicurato le Regioni sulla copertura finanziaria per la Cigd per tutto l’anno in corso; si attende ora  che venga dato seguito agli annunci con la firma di un nuovo accordo.