Claudia Porchietto

L'arroganza al potere della Regione Piemonte

21.12.2017 Print

E' realmente sconsolante vedere il capogruppo del Partito Democratico chiamare a raccolta i sindaci del suo partito e rappresentanti del Consorzio Canavesano da loro nominati per contrattare in disparte emendamenti sul Piano Rifiuti, abbandonando una assise istituzionale con decine di sindaci del Canavese che erano venuti in Regione per avere risposte. Questo è l'uso supponente della macchina amministrativa come se fosse la propria segreteria di partito che contraddistingue il centrosinistra da Roma fino in Piemonte. La medesima arroganza che permette a gente che ha validato firme false per presentare la propria lista alle elezioni di sedere ancora oggi in Consiglio!