Claudia Porchietto

La tassazione dei Bot è l'ultima frontiera della follia

24.02.2014 Print

La tassazione dei Bot, proposta dall'effettivo vice-presidente del Consiglio Graziano Del Rio, è l'ultima frontiera della follia parlamentare romana. Una follia peraltro neppure tanto originale visto che la strada è stata piùà volte "minacciata"  dagli ultimi governi. Poco importa la repentina smentita del sindaco di Firenze, Matteo Renzi, la proposta di Del Rio mostra quale sarà il leitmotiv del nuovo governo "il tassa e spendi". Un liet motive di cui peraltro speravamo di esserci liberati e del quale certamente non avremmo assolutamente  sentito la mancanza.

Lasciatemi però dire che sentendo pronunciare a Del Rio la frase "Se una signora anziana ha messo da parte 100 mila euro in Bot non credo che se le togli 25, 30 o 50 euro ne avrà problemi di salute" sono stata presa dal disgusto. Dico questo perchè in questa dichiarazione non c'è solamente la spocchia tipica del radical chic che adora la ridistribuzione sociale (a patto che non tocchi lui) ma c'è un totale spregio nei confronti del risparmio, tutelato dalla Costituzione italiana. 

Oltre a questo ci sono gli effetti di una misura che porterebbe nuvoamente gli italiani e gli stranieri a scappare a gambe elevate dall'acquisto di titoli di stato italiani. A meno che Del Rio non abbia la ricetta per cancellare, con un colpo di bianchetto, il nostro defict mi pare alquanto azzardata e temeraria l'uscita. Una uscita che se il buongiorno si vede dal mattino, mi fa rabbrividire sul futuro del Governo Renzi...

Claudia Porchietto