Claudia Porchietto

Torrente Orco a secco. Chiesti interventi alla Provincia di Torino

27.07.2012 Print

Secondo Coldiretti i Consorzi irrigui dell'asta del torrente Orco mostrano gravi problemi di approvvigionamento idrico, anche a causa della riduzione dei rilasci da parte della diga di Ceresole Reale, le cui riserve paiono ai livelli massimi.

Il presidente di Coldiretti Roberto Moncalvo spiega di aver chiesto alla Provincia "di intervenire tempestivamente per contribuire a normalizzare la situazione. Per i coltivatori che hanno terreni lungo il torrente Orco è importante che, sin dai prossimi giorni, la situazione ritorni a normalizzarsi e che venga ripristinato un livello minimo di acqua nel corso fluviale. Prati e mais - conclude il presidente di Coldiretti - hanno necessità di acqua".