Claudia Porchietto

Nella legge di Stabilità 80 milioni di euro per la Pedemontana biellese

19.12.2012 Print

Dalla legge di stabilità arriva il finanziamento decisivo per far partire la Pedemontana biellese, fondamentale per collegare l'area con la rete autostradale nazionale. Primo firmatario dell'emendamento con cui sono assegnati 80 milioni per consentire la definitiva approvazione dell'opera da parte del Cipe è stato il il parlamentare biellese del Pdl Gilberto Pichetto Fratin.

Quindi, proprio in chiusura di legislatura si è presentata l'opportunità di inserire il finanziamento decisivo per la Pedemontana, che collegherà lo svincolo dell'A4 a Santhià con Biella e Cossato, e la A26 a Ghemme. Si sblocca così un progetto annoso che il biellese ha fatto proprio da tempo. Con questi 80 milioni il concorso complessivo di fondi pubblici alla realizzazione della Pedemontana si avvicina al 50% dei costi, limite non superabile, per cui ora l'opera può essere realizzata con il concorso dei privati. 

L'investimento complessivo prevede una spesa di circa 825 milioni. Di questi, 120 derivano dal finanziamento regionale, mediante fondi Fas, 80 sono a carico dello Stato proprio sulla base dell'emendamento di Pichetto, e 185 milioni derivano dall'effetto defiscalizzazione, ovvero dal fatto che l'opera è inserita nella lista di progetti esentati da tasse e Iva, per tutta la durata della concessione.