Claudia Porchietto

Fondi Ue, Porchietto replica a Barca: si rispettino le Regioni

04.10.2013 Print

“Credo che sia fondamentale rispettare le peculiarità regionali nella programmazione comunitaria 2007-2013. Non può valere la regola di abbassare l’asticella qualitativa perché non tutti vanno alla stessa velocità”. Così Claudia Porchietto, assessore al Lavoro e alla Formazione Professionale che gestisce gran parte del Fondo Sociale Europeo in Piemonte replica al all’ex Ministro Barca.


“Questa è una visione limitata di breve termine che non premierà l’Italia – continua l’esponente della Giunta Cota –. Penso invece che sia opportuno rivedere i rapporti tra Governo Statale e Regioni tenendo nella dovuta considerazione la capacità progettuale di ogni singola istituzione locale”.

“Sarebbe infine indispensabile – conclude Porchietto – che chi si occupa di programmazione comunitaria nel nostro Paese inizi a mettere in conto che anche il Centro Nord ha le sue esigenze: le quali vengono spesso standardizzate e appiattite a livello governativo. Questa crisi ha ridisegnato i confini economici e produttivi dell’Italia, questa è una realtà che dovrà essere presa in considerazione per la nuova programmazione”.