Claudia Porchietto

Appuntamenti per il lavoro Bilateralità in Piemonte: artigiani e edili

13.07.2012 Print

In Piemonte gli artigiani che sono iscritti all’Ebap, l’Ente Bilaterale Artigianato Piemonte, rappresentano il 64% delle imprese e l’80% circa dei lavoratori. Nell’edilizia aderiscono  alle casse edili il 7,4% delle imprese con dipendenti e il 60,2% dei lavoratori. Questi e altri dati sono stai presentati questa mattina nel corso del primo degli “appuntamenti per il lavoro”, organizzato dall’Agenzia Piemonte Lavoro e dalla Regione Piemonte: tema trattato la  “Bilateralità in Piemonte”.

“Il valore della bilateralità oggi è fortemente legato – ha dichiarato nel presentare l’iniziativa Claudia Porchietto, assessore regionale al Lavoro e formazione professionale – alla capacità degli enti bilaterali di iniziare un percorso di ricerca per fare sistema con la programmazione regionale. La Regione è interessata ad approfondire la tematica della bilateralità in Piemonte, a monitorare le eccellenze e le buone pratiche per valutare le possibili sinergie con il mercato del lavoro, la formazione, i servizi per il lavoro e metterle in rete”.

“E’ un’occasione di confronto sulle tematiche del lavoro - ha puntualizzato Franco Chiaramonte, direttore Agenzia Piemonte Lavoro - che ha preso spunto da un’indagine realizzata dall’APL sugli organismi bilaterali, risorse umane e economiche, radicate per storia e tradizione nella nostra Regione”. La ricerca ha registrato l’evoluzione della bilateralità in Piemonte dalle società di mutuo soccorso alla legge Biagi. In particolare sono stati analizzati due casi: l’Ebap e il sistema delle Casse edili.

L’Ebap si articola su quattro importanti Fondi: sostegno al reddito, rappresentanza sindacale, sicurezza e formazione. Tutti gli interventi straordinari di sostegno al reddito realizzati negli ultimi anni sono oggi strutturali: 32.000 prestazioni ai lavoratori su 3 milioni e 700 mila ore di riduzione lavorativa e 3.500 interventi su progetti straordinari a favore di lavoratori e imprese.

Nell’edilizia molte sono le prestazioni che offrono le casse edili, soprattutto per il welfare integrativo come prestazioni sanitarie, borse di studio e libri scolastici, attività per le persone con disabilità e sussidi antinfortunistici. Tra i nuovi compiti anche la certificazione sulla regolarità delle imprese: con Inps e Inail hanno emesso 25.000 Durc, il documento unico di regolarità contributiva.

E inoltre sono state 5.157 le imprese e 363.899 i lavoratori che hanno aderito a FondImpresa, fondi per la formazione continua di lavoratori occupati, e 11.604 le imprese e 41.913 i lavoratori che hanno aderito a FondArtigianato.