Claudia Porchietto

Alfaplast, Porchietto: ribadito ai lavoratori l'impegno concreto della Regione

03.06.2013 Print

“Oggi ho avuto modo di ribadire ai lavoratori l’impegno concreto della Regione nei loro confronti. Credo che nella loro condizione non serva tanto una pacca sulla spalla o una stretta di mano ma un assessore che si occupa delle loro legittime istanze e va a Roma per tentare di risolvere i loro drammatici problemi”. Così l’assessore al Lavoro della Regione Piemonte, Claudia Porchietto a margine del tavolo Alfaplast.

“La Regione – ha spiegato l’esponente della Giunta Cota – ha ribadito il proprio impegno a sollecitare il ministero del Lavoro per accelerare i tempi sulla firma della cassa integrazione straordinaria. Venerdì dal ministro abbiamo già rappresentato la questione di quattro aziende, tra le quali vi è Alfaplast, che attendono il via libera ministeriale. Allo stesso tempo ho rappresentato loro la situazione della cassa in deroga: se Roma ci accordasse di usare le economie dovute al minor tiraggio degli ammortizzatori (rispetto a quanto richiesto inizialmente in termini di ore da parte delle imprese) avremmo già ora delle risorse a disposizione. Lo abbiamo proposto ora attendiamo, in tempi brevi, una risposta al fine di poter continuare nelle autorizzazioni e risolvere una questione che ha risvolti sociali pesanti”.

“Infine ho preso l’impegno - conclude Porchietto – di parlare con l’assessore Chiama per avviare una opera di sensibilizzazione nei confronti del sistema bancario per la questione anticipi degli ammortizzatori sociali. Sicuramente quella che stanno vivendo molti lavoratori torinesi è una situazione borderline che merita attenzione da parte del sistema di credito”.