Claudia Porchietto

Indesit, Porchietto: le istituzioni continuano a monitorare la situazione a tutela dei lavoratori

18.03.2013 Print

“Il tavolo tecnico avvenuto la scorsa settimana è stato utile per monitorare l’avanzamento sia del piano di reindustrializzazione sia di ricollocamento di Indesit”. A spiegarlo l’assessore al Lavoro della Regione Piemonte, Claudia Porchietto a seguito dell’incontro avvenuto martedì scorso alla presenza delle rappresentanze sindacali, dell’azienda e di Provincia di Torino e Comune di None.

“L’incontro si inserisce negli accordi che aveva assunto la Regione a tutela dei lavoratori – conclude Porchietto – ed è stato utile per un franco confronto su alcune questioni sollevate dal sindacato”. Ad oggi restano 263 lavoratori che devono vedere definita la propria posizione rispetto ai 357 iniziali; in particolare 17 sono stati ricollocati in Indesit,  83 hanno aderito all’Outplacement e 7 hanno intrapreso un’attività assistita per lo sviluppo di attività imprenditoriale. Le aziende disponibili per il ricollocamento di personale sono passate dalle 6 del 10 dicembre 2012 alle 8 del 12 marzo. I posti a disposizione sono aumentati da 14 a 37 unità.  Sul fronte della reindustrializzazione sono 15 le aziende che hanno consegnato manifestazioni di interesse. Di queste tre operano nel manifatturiero e 2 hanno già presentato il piano industriale.

“C’è ancora molta strada da fare  – ha concluso Porchietto – però ci sono segnali incoraggianti. Sicuramente si richiedono anche sacrifici ai lavoratori ma è evidente che ci sono margini per la ricollocazione dei lavoratori ex Indesit”.