Claudia Porchietto

Asa, Porchietto: Regione in campo anche per sostenere il ricollocamento

31.10.2012 Print

"La Regione Piemonte sarà in campo non solo per sostenere, qualora venga aggiudicato il ramo d'azienda, l'impresa in oggetto ma metterà in campo anche tutte le misure e risorse che ha a disposizione per agevolare il ricollocamento degli eventuali esuberi tramite i servizi offerti dalla Provincia di Torino". Così Claudia Porchietto, assessore regionale al Lavoro, durante l'incontro che si è tenuto negli uffici dell'assessorato con le parti sociali, la procedura e le istituzioni coinvolte.

"Dall'odierno tavolo - spiega l'esponente della Giunta Cota - si è evinto che sono giunte quattro offerte per rilevare il ramo rifiuti di Asa; due offerte sono risultate ammesse con riserva; una è stata considerata non ricevibile per mancanza dei requisiti minimi necessari e una è arrivata fuori tempo massimo. Sulle due ammesse sono in corso le verifiche del caso e sono state chieste integrazioni documentali. Ad una prima analisi però, pur con le cautele del caso, entrambe paiono proposte da soggetti seri e che possono avere titolo a rilevare il servizio. L'ultima parola spetterà al Tribunale".

"Il mio auspicio - conclude Porchietto - è che la vicenda si chiuda con un esito favorevole ai lavoratori e al territorio Canavesano. La Regione, come hanno riconosciuto anche i sindacati durante l'incontro,  ha messo sul tavolo impegno costante e risorse, al fine di venire incontro alle esigenze e problematiche che via via si presentavano. Ora aspettiamo con fiducia le risultanze della procedura!.