Claudia Porchietto

Indesit, Porchietto: la Regione presiederà comitato tecnico per controllare l’avanzamento del piano

10.10.2012 Print

“Sarà istituito un comitato tecnico per controllare la regolarità dell’avanzamento dei piani di ricollocazione e reindustrializzazione dell’area di None. E lo presiederà la Regione Piemonte”. Ad annunciarlo Claudia Porchietto, assessore al Lavoro della Regione Piemonte, a margine del tavolo di crisi Indesit, avvenuto in tarda mattinata a Roma. 

“Il comitato – ha spiegato l’esponente della Giunta Cota – sarà composto dalle parti sociali e da un rappresentante delle istituzioni coinvolte: cioè Comune di None, Provincia di Torino e per l’appunto Regione Piemonte. Attraverso il comitato passeranno tutte le opportunità di reindustrializzazione con una forte azione di monitoraggio. L’auspicio è che si possano raggiungere i risultati che sono stati prospettati da Indesit e che oggi sono stati accettati anche dai sindacati. La Regione ha ribadito il proprio impegno per la messa a disposizione di tutte le sue misure attive sia sul fronte del ricollocamento sia per quanto riguarda la reindustrializzazione. Una disponibilità legata però alla verifica dei soggetti interessati che Indesit deve ancora comunicare ufficialmente”.

Durante l’incontro gli stessi sindacati hanno sottolineato il supporto fondamentale della Regione nei momenti più difficili della crisi dello stabilimento di None. Un impegno però che non si ferma al solo presidio torinese. “Domani incontrerò a Torino una rappresentanza di Ceced, Associazione Nazionale Produttori di Apparecchi Domestici e Professionali, - ha comunicato Porchietto – per approfondire la situazione del comparto e le eventuali opportunità per un suo rilancio. Non posso però che condividere l’appello lanciato oggi dai sindacati al Ministro Passera per l’organizzazione di un tavolo nazionale che supporti il settore degli elettrodomestici. Una richiesta peraltro che la Regione Piemonte ha già formalizzato da alcuni mesi agli uffici del Mise”.