Claudia Porchietto

Porchietto: con Mattioli sintonia, lavoreremo per il rilancio del Piemonte.

24.09.2012 Print

Con Licia Mattioli non mi unisce solo una profonda amicizia e una comune esperienza di associazionismo datoriale ma anche e soprattutto l’attaccamento alla nostra terra: il Piemonte. Nelle parole che ha pronunciato oggi ho riconosciuto la medesima voglia di traghettare fuori dalla crisi il nostro tessuto economico-produttivo fatto di migliaia di piccole, medie e grandi imprese. Sono certa che sarà l’inizio di una proficua collaborazione per il rilancio di Torino e della nostra regione”. Claudia Porchietto, assessore al Lavoro della Regione Piemonte, commenta con queste parole la relazione della neo presidente dell’Unione Industriale di Torino.

“I punti programmatici che ha elencato coincidono in gran parte con quelli della Giunta Cota – spiega l’amministratore piemontese –: attenzione al miglioramento delle condizioni di accesso al credito, sostegno all’innovazione e alla ricerca, un dialogo e una collaborazione costruttiva tra imprese e pubblica amministrazione infatti costituiscono i cardini delle politiche di sviluppo che fino ad oggi abbiamo perseguito. Penso quindi che ci siano ampi margini per lavorare insieme”.

“Su Fiat – conclude Porchietto commentando invece l’intervento di Marchionne – registriamo positivamente il riscoperto moto d’orgoglio italiano espresso nel suo intervento dall’Ad dell’azienda automobilistica. E come sempre siamo pronti come Regione a sostenerla. Ai buoni propositi però devono seguire risposte concrete: come facciamo a sostenere quelle decine di migliaia di aziende dell’indotto che dovranno aspettare l’uscita dalla crisi del mercato dell’auto per ripartire? Queste aziende hanno stretto i denti per anni credendo agli investimenti del progetto Fabbrica Italia, è credibile rispondere con investimenti che hanno una data che può variare di mesi e anni? E infine come faranno i lavoratori e le loro famiglie a convivere una occupazione sempre più precaria? Sono certa che l’ad Marchionne vorrà incontrare la Regione Piemonte per lavorare insieme al futuro dell’automotive in Piemonte”.