Claudia Porchietto

Asa, Porchietto e Papotti: Regione e Provincia unite per difendere i lavoratori

01.08.2012 Print

Provincia di Torino e Regione Piemonte unite per difendere i lavoratori dell’ex Consorzio Asa. A dimostrarlo la presenza all’assemblea dei lavoratori del 31 luglio della stessa Asa del vice capogruppo Pdl in Provincia di Torino, Franco Papotti  e della disponibilità, riconfermata anche ieri, a lavorare per salvaguardare i livelli occupazionali da parte dell’assessore al Lavoro della Regione Piemonte Claudia Porchietto.

“Ieri ho testimoniato ai lavoratori l’attenzione della Provincia sulla vicenda Asa – così Papotti -:  vogliamo garantire sia i loro posti di lavoro sia un servizio che reputiamo essenziale per tutto il Canavese. Non attivarsi per il futuro di Asa, vuol dire perdere delle professionalità che reputiamo importanti per l’intera provincia di Torino”. Lo stesso consigliere provinciale ha poi aggiunto: “E’ encomiabile l’abnegazione dei lavoratori Asa che continuano a garantire il servizio, nonostante tutti i dubbi sul proseguo dell’attività e dopo che il bando per aggiudicarsi il ramo d’azienda è andato deserto. Voglio chiedere uno sforzo a tutti i debitori verso Asa affinché saldino i conti: è un’azione essenziale per garantire il regolare flusso di risorse per gli stipendi”.

“La Regione sta facendo la sua parte – conclude Porchietto –. Stiamo continuando a lavorare per trovare un partner industriale che affianchi Aec permettendo al neo-consorzio di partecipare al nuovo bando che dovrebbe essere ripresentato nei prossimi mesi. Trovare un partner industriale è chiaro che significa garantire anche la bancabilità del progetto”.

“Lanciamo un appello a tutti gli amministratori locali, in particolare quelli canavesani - concludono i due esponenti piemontesi -, affinché si spendano in prima persona, così come stiamo facendo noi, al fine di salvaguardare un segmento produttivo e occupazionale essenziale per il nostro territorio”.