Claudia Porchietto

Porchietto: 3Milioni e 600mila euro per i cantieri di lavoro

30.07.2012 Print

L’odierna Giunta regionale ha licenziato un pacchetto di risorse pari a 3milioni e 600mila euro messo a disposizione degli Enti Locali e destinati a finanziare progetti di reinserimento al lavoro di disoccupati con età superiore o uguale a 45 anni, o con condizioni sociali/familiari di particolare difficoltà (3milioni di euro) e progetti rivolti a soggetti sottoposti a misure restrittive della libertà personale (600mila euro).

“Si tratta di politiche attive. Interventi destinati a finanziare i cantieri di lavoro, uno strumento che negli anni ha saputo consolidarsi e in cui credo non solo perché permette di realizzare opere di pubblica utilità ma si rivela anche un efficace strumento per il futuro reinserimento dei lavoratori coinvolti. In un momento di crisi quale quello attuale è essenziale proteggere una delle fasce di soggetti più colpita dalla crisi: cioè quella dei lavoratori con età avanzata”. Questo il commento dell’assessore al Lavoro della Regione Piemonte, Claudia Porchietto, a margine della Giunta regionale .

Spetterà ai Comuni, presentare i progetti alle Province le quali potranno individuare i destinatari delle attività anche utilizzando criteri di selezione oltre a quelli già delineati dalla Regione: priorità a residenza in prossimità del luogo in cui si realizza il Cantiere, reddito ed età.

“In questa edizione – conclude Porchietto – la Regione ha predisposto un regolamento per la realizzazione dei Cantieri riuscendo a garantire maggiore uniformità di attuazione tra le diverse realtà territoriali e per tutelare le Amministrazioni proponenti rispetto a incertezze e dubbi su alcuni aspetti relativi alle caratteristiche "contributive" e normative che regolano la realizzazione del cantiere. Inoltre l’utilizzo degli standard recentemente definiti per i Servizi al Lavoro permetterà una più semplice progettazione degli interventi ed un miglior monitoraggi delle attività e dei risultati occupazionali”.