ClaudiaPorchietto.it News

Eurostat: 3 milioni e mezzo minori a rischio poverta' in Italia

16.11.2016

Sono oltre 3 milioni e mezzo i minori italiani a rischio di poverta' o esclusione sociale. E' quanto risulta da un rapporto pubblicato da Eurostat in vista della giornata mondiale dell'infanzia, il prossimo 20 novembre. Nel 2015, secondo il rapporto, in Ue circa 25 milioni di bambini e ragazzi sotto i 17 anni, ovvero il 26,9%, erano minacciati di poverta' o esclusione sociale. La valutazione dell'istituto statistico Ue tiene in considerazione tre criteri: la poverta' dovuta a cambiamenti sociali della famiglia, una situazione di privazione materiale grave e l'appartenenza a una famiglia in cui manca il lavoro o e' precario. Dal 2010, la quota di minori a rischio e' diminuita leggermente in Europa (era pari al 27,5%) ma e' aumentata in Italia, passando dal 29,5% del 2010 al 33,5% l'anno scorso. Il nostro e' quindi uno dei sei paesi, assieme a Romania (46,8%), Bulgaria (43,7%), Grecia (37,8%), Ungheria (36,1%), e Spagna (34,4%), in cui la percentuale di chi rischia la poverta' supera un terzo dei minori sotto i 17 anni. I paesi nordici sono quelli in cui la quota e' inferiore, mentre fra gli altri grandi paesi, la Francia e' al 21,2%, la Germania al 18,5%, la
Polonia al 26,6%, il Regno Unito al 30,6%.

Lo studio individua come una delle ragioni all'origine del rischio il basso livello di educazione e formazione dei genitori: "la proporzione di minori esposti al rischio di poverta' o esclusione sociale in Ue diminuisce in proporzione all'aumento del livello di educazione del loro genitori", si legge nel rapporto. Infatti, il 65,5% degli under 17 europei i cui genitori avevano al massimo un titolo di scuola media inferiore erano a rischio, contro il 30,3% dei bambini i cui genitori avevano un diploma di scuola superiore e il  10,6% dei figli di laureati.

attività e iniziative

Bilancio, Forza Italia: il Defr della rassegnazione, il Piemonte intanto ristagna

FAMIGLIA, PORCHIETTO (FI): CENTROSINISTRA INCOERENTE. RESPINTI NOSTRI EMENDAMENTI SU MISURE A FAVORE DEI NUCLEI FAMILIARI NONOSTANTE L'APPREZZAMENTO

INCENDI, FORZA ITALIA: DOMANI CHIEDEREMO COMUNICAZIONI IN AULA AL PRESIDENTE DELLA REGIONE. INTANTO DOMANDIAMO SE L'APPENDINO ABBIA RASSEGNATO LE DIMISSIONI DA SINDACO DELLA CITTA' METROPOLITANA INSIEME AL SUO CAPO DI GABINETTO

INCENDI, PORCHIETTO (FI): CHIUSA LA FASE DELL'EMERGENZA REGIONE E CITTA' METROPOLITANA CI DICANO PERCHE' NON HANNO LAVORATO SULLA PREVENZIONE

SANITA', PICHETTO E PORCHIETTO (FI): IL PD CONTINUA A RECITARE SULLA DGR PER LA RESIDENZIALITA' PSICHIATRICA LA PARTE DI MAGGIORANZA ED OPPOSIZIONE

rassegna stampa

Pinerolese - “I lupi attaccano i pascoli”. Torna la paura in val Chisone

Gli allevatori della val Chisone sono tornati a gridare «Al lupo! Al lupo!» dopo che una mucca e due vite [...]

La Stampa. Scritto da Antonio Giaimo

Artigiano, preoccupazione flessione dei prestiti

«Non si può che esprimere preoccupazione per i dati piemontesi sulla flessione dei prestiti alle imprese [...]

Eco di Biella . Scritto da Giovanni Orso

Meno prestiti agli artigiani. In tre mesi calati del 5%

Rimangono critiche le condizioni sul mercato del credito all'artigianato [...]

La Stampa. Scritto da Maurizio Tropeano

Crollati i prestiti alle imprese

Sempre meno credito alle imprese italiane. E' la denuncia che arriva da Confartigianato [...]

CronacaQui. Scritto da Alessandro Barbiero

Centrale Crist, polemica regionale

"Perchè la Regione Piemonte era assente alla Conferenza dei Servizi che doveva decidere sul via libera al [...]

La Voce del Canavese. Scritto da Andrea Bocci

dai comuni

Tutte le novità, notizie e riflessioni riguardanti il tuo Comune di residenza segnalate dagli amici amministratori locali e dagli elettori. Uno spazio libero per il dibattito.

Piemonte
Start