ClaudiaPorchietto.it News

Energia: in Italia costa 30% in più rispetto a media Ue

10.12.2014

L'energia elettrica in Italia costa il 30% in più rispetto alla media dell'Unione europea: a pagarne le spese, in termini di competitività, sono soprattutto le piccole e medie imprese, come quelle del settore chimico, della plastica e della gomma. Gli unici a tirare un sospiro di sollievo sono gli utenti domestici con bassi consumi, che invece risparmiano pagando il 7% in meno rispetto agli altri Paesi europei. A scattare questa fotografia sono gli esperti della società Rse (Ricerca sul Sistema Energetico) nella nuova monografia ''Energia elettrica, anatomia dei costi'', la quinta della collana 'RSEview - Riflessioni sull'energia', presentata a Roma presso l'auditorium Gse (Gestore Servizi energetici). Una delle voci che incide maggiormente sulla bolletta energetica nazionale è quella dei costi per la generazione. ''Il diverso mix di fonti energetiche determina per l'Italia un extra-costo dell'ordine di 15 euro per megawattora, equivalente a circa 4,5 miliardi di euro all'anno, pari all'8% della bolletta elettrica nazionale'', spiega Luigi Mazzocchi, direttore del dipartimento tecnologie di generazione di Rse.

Altra voce di costo particolarmente pesante è quella dovuta ''alla 'generosa' politica di incentivazione delle rinnovabili che è stata condotta negli anni passati'', aggiunge l'esperto. ''Dai 4,4 miliardi (rpt: miliardi) di euro del 2010, siamo passati ai 12,7 miliardi del 2013. Di questi - precisa Mazzocchi - circa 3-4 miliardi sono di sovraincentivazione''. Per aggredire questi costi, il margine di manovra è piuttosto limitato. ''Il mix di generazione non si cambia dall'oggi al domani, perchè il sistema elettrico ha una lunga inerzia: le scelte di oggi hanno ricadute che si prolungano per molti anni'', afferma l'amministratore delegato di Rse Stefano Besseghini. ''Quello che invece possiamo fare - conclude - è dar vita ad una politica di incentivazione più ragionata, così da governare l'evoluzione del sistema elettrico in modo più attento che in passato''. (Fonte Ansa)

attività e iniziative

FAMIGLIA, PORCHIETTO (FI): CENTROSINISTRA INCOERENTE. RESPINTI NOSTRI EMENDAMENTI SU MISURE A FAVORE DEI NUCLEI FAMILIARI NONOSTANTE L'APPREZZAMENTO

INCENDI, FORZA ITALIA: DOMANI CHIEDEREMO COMUNICAZIONI IN AULA AL PRESIDENTE DELLA REGIONE. INTANTO DOMANDIAMO SE L'APPENDINO ABBIA RASSEGNATO LE DIMISSIONI DA SINDACO DELLA CITTA' METROPOLITANA INSIEME AL SUO CAPO DI GABINETTO

INCENDI, PORCHIETTO (FI): CHIUSA LA FASE DELL'EMERGENZA REGIONE E CITTA' METROPOLITANA CI DICANO PERCHE' NON HANNO LAVORATO SULLA PREVENZIONE

SANITA', PICHETTO E PORCHIETTO (FI): IL PD CONTINUA A RECITARE SULLA DGR PER LA RESIDENZIALITA' PSICHIATRICA LA PARTE DI MAGGIORANZA ED OPPOSIZIONE

IPAB, PORCHIETTO E GRAGLIA (FI): SI STANNO FACENDO PRESSIONI PER LORO ACCORPAMENTO MA MANCANO ANCORA I REGOLAMENTI ATTUATIVI

rassegna stampa

Pinerolese - “I lupi attaccano i pascoli”. Torna la paura in val Chisone

Gli allevatori della val Chisone sono tornati a gridare «Al lupo! Al lupo!» dopo che una mucca e due vite [...]

La Stampa. Scritto da Antonio Giaimo

Artigiano, preoccupazione flessione dei prestiti

«Non si può che esprimere preoccupazione per i dati piemontesi sulla flessione dei prestiti alle imprese [...]

Eco di Biella . Scritto da Giovanni Orso

Meno prestiti agli artigiani. In tre mesi calati del 5%

Rimangono critiche le condizioni sul mercato del credito all'artigianato [...]

La Stampa. Scritto da Maurizio Tropeano

Crollati i prestiti alle imprese

Sempre meno credito alle imprese italiane. E' la denuncia che arriva da Confartigianato [...]

CronacaQui. Scritto da Alessandro Barbiero

Centrale Crist, polemica regionale

"Perchè la Regione Piemonte era assente alla Conferenza dei Servizi che doveva decidere sul via libera al [...]

La Voce del Canavese. Scritto da Andrea Bocci

dai comuni

Tutte le novità, notizie e riflessioni riguardanti il tuo Comune di residenza segnalate dagli amici amministratori locali e dagli elettori. Uno spazio libero per il dibattito.

Piemonte
Start