ClaudiaPorchietto.it News

Renzi in un mese rottama il suo pum pum sblocca Italia. Da 43mld a 500milioni

02.09.2014

A luglio inaugurando la Brebemi alle porte di Milano il premier italiano avveva annunciato il decreto "Sblocca Italia". Un decreto miracoloso che avrebbe mobilitato 43miliardi di euro. Al ritorno dalle ferie, le sue, i 43 miliardi sono diventati 10 (annunciati) che in realtà però si apprende dal Sole24Ore essere in realtà appena 3,8 di cui veri appena 500/600mln nel 2015.

Insomma in un mese Renzi rottama il suo decreto e l'Italia. Altro che "pum, pum" come diceva sorridendo. Ma la finiamo con le sceneggiate? Ci vogliono ancora mille giorni per comprendere che l'attuale presidente del Consiglio è un bluff che sta dissanguando gli italiani, deindustrializzando un Paese e soprattutto rottamando una intera generazione? 

Claudia Porchietto

ultimi articoli

Torino allo sbando. Altro che capitale e Gran Torino

C'era una volta Torino capitale. Potrebbe essere questo l'incipit più efficace per raccontare lo stato di salute del capoluogo sabau [...]

Leggi tutto

Dal Governo un grande per bluff per i piccoli Comuni

Che con l'avvento di Renzi il Partito Democratico sia sopravvissuto elettoralmente grazie a una massiccia dose di mance é cosa nota: pri [...]

Leggi tutto

Sosteniamo le neo-mamme e i neo-papà sul lavoro

La maternità e la paternità non possono essere vissute come un peso. Eppure sempre più spesso ci troviamo a leggere e commenta [...]

Leggi tutto

Vedi tutte le notizie di prima pagina

Scarica il PDF

news

martedì 17 ottobre 2017
Start

video

Intervento Claudia Porchietto sull'emergenza profughi

Una frase del mio intervento: "I pochi esempi che portano i media sui profughi sono quelli brillanti che però coinvolgono solo piccole

newsletter

Inserisci la tua mail per ricevere i comunicati ed essere aggiornato sulla mia attività politica

dai comuni

Tutte le novità, notizie e riflessioni riguardanti il tuo Comune di residenza segnalate dagli amici amministratori locali e dagli elettori. Uno spazio libero per il dibattito.

Piemonte