ClaudiaPorchietto.itAttività e iniziative

Regioni, Porchietto (FI): il lavoro si fa con gli imprenditori. Non cancellare quanto di buono fatto

09.07.2014

"Il lavoro si fa con gli imprenditori e non con gli annunci". Così Claudia Porchietto, già assessore al Lavoro della Giunta uscente, ha esordito in Consiglio regionale commentando le dichiarazioni del presidente Chiamparino inerenti al suo programma di Governo.

"Proprio partendo da questa convinzione ci impegneremo affinchè il Piemonte continui a percorrere quel processo di crescita che abbiamo avviato faticosamente in questi anni a causa delle eredità passate e di una crisi economica e finanziaria senza precedenti - Così il consigliere di Forza Italia -. Siamo stati una Regione leader nella sperimentazione di nuove politiche sul lavoro. Qualcuno ha tirato in ballo i dati nazionali sulla spesa dei fondi strutturali europei accomunando il Piemonte alle altre regioni. Chi lo fa mente, sapendo di mentire e non ha fatto un buon servizio alla propria Regione. Il Piemonte ha ben speso i fondi pubblici e sul Fondo Sociale Europeo la media di occupazione o rioccupazione dopo i corsi di formazione viaggia tra un 45 e un 70%. Cifre sicuramente migliorabili ma sideralmente lontane da quelle che i media hanno riportato in questi giorni generalizzando. Se il Paese vuole crescere deve spostare in alto l'asticella, ma in base alle proprie performance, e non a quelle delle regioni deboli del nostro Paese".

"In questi anni così come ci ha riconosciuto lo stesso Chiamparino abbiamo fatto tanto in materia del lavoro - spiega l'esponente azzurro - e continueremo a farlo dall'opposizione. Abbiamo introdotto i costi standard, siamo riusciti a farci aggiudicare la stessa quantità di fondi strutturali europei di cinque anni e abbiamo varato sperimentazioni di eccellenza come la Garanzia Giovani. Da qui ripartiamo per continuare ad innovare, lanciando una sfida al centrosinistra: riuscire a coinvolgere il sistema delle fondazioni bancari, delle imprese e della scuola nella lotta alla disoccupazione. Un esempio: se tutte le imprese sopra i 100 dipendenti adottassero un giovane in alto apprendistato avremmo più di 900 nuovi occupati e una ventata di innovazione nel nostro tessuto imprenditoriale".

"Solo l'esproprio giudiziario, che ha 'defenestrato' la Giunta Cota, non ci ha permesso di completare il nostro programma di governo - ha chiarito Porchietto - e proprio per questo, nel solco di quanto avremmo fatto ci presenteremo in Consiglio con le proposte che avremmo portato avanti nell'ultimo anno di governo. Prima di tutto un sostegno all'ammodernamento della rappresentanza sindacale, non solo in termini quantitativi ma anche e soprattutto qualitativi. Inoltre siamo pronti a lanciare un Testo Unico che unisca le attuali disposizioni legislative regionali che si occupano di lavoro e occupazione. Infine chiediamo che la partita delle aree metropolitane non si giochi sulle poltrone ma sulle competenze. Solo riorganizzando il nostro apparato istituzionale e di servizi potremmmo veramente riformare l'Italia ".

Scarica il PDF

news

martedì 17 ottobre 2017
Start

video

Intervento Claudia Porchietto sull'emergenza profughi

Una frase del mio intervento: "I pochi esempi che portano i media sui profughi sono quelli brillanti che però coinvolgono solo piccole

newsletter

Inserisci la tua mail per ricevere i comunicati ed essere aggiornato sulla mia attività politica

dai comuni

Tutte le novità, notizie e riflessioni riguardanti il tuo Comune di residenza segnalate dagli amici amministratori locali e dagli elettori. Uno spazio libero per il dibattito.

Piemonte