ClaudiaPorchietto.it › Attività e iniziative

Aerospazio, Porchietto: siamo eccellenza, ma possiamo raggiungere i livelli statunitensi

22.10.2013

“La storia dell’aeronautica nazionale si lega a quella della tradizione industriale piemontese a partire dal 13 gennaio 1909 quando da Torino decollò il primo aereo italiano, il triplano progettato dall’ing. Aristide Faccioli. Anche per questa ragione è un piacere che il Piemonte ospiti questa conferenza internazionale sull’aerospazio” ad affermarlo durante il suo intervento l’assessore regionale al Lavoro Claudia Porchietto.

“Le capacità industriali del settore aerospaziale piemontese, che conta circa 12.500 addetti, 2.6 Mld€ di fatturato annuo ed è pari a circa il 25% dell’industria nazionale del comparto (che costituisce il 2,% del Pil nazionale) – ha spiegato l’esponente della Giunta Cota – comprendono tutti i principali prodotti dell’aeronautica internazionale civile e militare a partecipazione italiana.  Dalle fabbriche torinesi proviene il 50% del volume abitabile della Stazione Spaziale Internazionale. Piemontese è anche l’acqua (sia quella trattata secondo il protocollo russo sia quella certificata dagli standard USA) destinata agli astronauti di tutte le missioni spaziali internazionali”.

Porchietto ha concluso rimarcando l’impegno della Regione Piemonte: “la politica regionale è chiamata ad un ruolo di valorizzazione e di sviluppo del patrimonio scientifico e industriale regionale legato al ruolo tradizionalmente centrale giocato dai distretti industriali all’interno della produzione aerospaziale. Il Comitato di Distretto sta concertando con gli stakeholders regionali un Piano di Sviluppo sull’orizzonte temporale 2014-2020 che consenta di identificare le priorità di investimento su cui intervenire per il rilancio della piattaforma tecnologica aerospaziale della Regione Piemonte e per gli investimenti previsti dall’Accordo di Programma MIUR – Regione Piemonte destinati ad offrire all’aerospazio piemontese ulteriori opportunità di supporto alla ricerca industriale. L’obiettivo è superare la significativa differenza tra le proporzioni e la numerosità delle aggregazioni aerospaziali americane (caratterizzate in media da 38.000 addetti), europee (media di circa 42.000 addetti) e italiane (in media poco meno di 9.000 addetti)”.

In conclusione l’assessore ha ricordato che la Regione Piemonte ha creato il Comitato Distretto Aerospaziale Piemonte che costituisce il luogo del dialogo tra le istituzioni, il tessuto industriale ed il sistema della ricerca assicurando la concertazione degli investimenti in un’ottica di programmazione pluriennale di medio-lungo termine con metodi di valutazione fondati sui migliori standard di valutazione internazionali.

Nell’ambito del Piano strategico per l’internazionalizzazione del Piemonte, si deve proprio alla  Regione e a CCIAA di Torino il progetto di filiera Torino Piemonte Aerospace la cui realizzazione è affidata a Ceipiemonte.  E’ un progetto dedicato alle PMI, che porta le eccellenze del Piemonte alle prestigiose vetrine di Parigi-Le Bourget, Londra e agli altri grandi appuntamenti del settore mostrando al mondo la concretezza del saper fare del Piemonte in ambito aerospaziale. Nell’ambito di questo intervento è nato l’appuntamento biennale  di Aerospace & Defence Meetings: unica business convention internazionale in Italia per il settore aerospaziale. Oltre 8.000 gli incontri  prefissati anche quest’anno all’Oval tra le imprese, con una media circa 20 per azienda, la metà dei quali porterà ad almeno un successivo appuntamento e a una negoziazione, il 20% si potrà  trasformare in una commessa. Più di  600 le aziende presenti con 360 stand allestiti, oltre 1000 i partecipanti (50% proveniente dall'estero) in rappresentanza di 25 Paesi.

E infine La Regione Piemonte, attraverso 2 fasi successive di finanziamenti, ha investito dal 2007 ad oggi 50 Mln € (POR FESR 2007/2013) per attivare – con il contributo dei privati - 100 Mln € di investimenti in Ricerca & Sviluppo focalizzati su 5 linee di sviluppo tecnologico concertate dal Distretto.

Questi progetti strategici, ambiziosi e selettivi, prevedono la collaborazione di prime contractor, PMI e player del sistema della ricerca: 1. UAV per scopi civili; 2. Sviluppo di soluzione motoristiche eco-compatibili; 3. More electric aircraft; 4. Tecnologie per l’esplorazione spaziale e 5. Space debris management.

Scarica il PDF

news

Start

video

Intervento Claudia Porchietto sull'emergenza profughi

Una frase del mio intervento: "I pochi esempi che portano i media sui profughi sono quelli brillanti che però coinvolgono solo piccole

newsletter

Inserisci la tua mail per ricevere i comunicati ed essere aggiornato sulla mia attività politica

dai comuni

Tutte le novità, notizie e riflessioni riguardanti il tuo Comune di residenza segnalate dagli amici amministratori locali e dagli elettori. Uno spazio libero per il dibattito.

Piemonte