ClaudiaPorchietto.itAttività e iniziative

Crisi, Porchietto: autorizzate domande di Cigd per 7867 lavoratori e 1380 imprese. Determinante la scelta della Regione di autorizzare a consultivo

18.06.2013

“Oggi abbiamo approvato l’autorizzazione al pagamento di 1.465 domande per la cassa integrazione in deroga. I lavoratori interessati saranno 7.867, le imprese 1.380. Un piccolo passo in avanti, attendendo i nuovi fondi del governo ”. Ad annunciarlo l’assessore al Lavoro Claudia Porchietto.

“I provvedimenti  - continua l’esponente della Giunta Cota –, sentite le parti sociali e l’Inps, sono stati assunti a consuntivo, tenendo conto cioè sole delle ore effettivamente fruite. In questo modo siamo riusciti ad ampliare la platea dei soggetti interessati. Una scelta che rivendichiamo con forza e di cui ci siamo assunti la responsabilità per venire incontro alle legittime istanze dei lavoratori.  La criticità però resta, infatti con le domande evase oggi abbiamo potuto autorizzare solo un terzo delle domande arrivate. Si comprende quindi tutta la drammaticità della situazione”.

“È indispensabile – conclude Porchietto – che lo Stato acceleri lo sblocco dell’utilizzo dei 550milioni effettivamente ritagliati  per le Regioni dal Governo Letta. Secondo stime realistiche ipotizziamo che nel riparto ci spetterebbero circa 40milioni di euro, ai quali dovrebbero aggiungersi le nuove economie derivanti dalle prime autorizzazioni a preventivo. Una cifra che ci permetterebbe di dare risposte concrete a migliaia di lavoratori che oggi non percepiscono alcun ammortizzatore sociale”.

Scarica il PDF

news

Start

video

Intervento Claudia Porchietto sull'emergenza profughi

Una frase del mio intervento: "I pochi esempi che portano i media sui profughi sono quelli brillanti che però coinvolgono solo piccole

newsletter

Inserisci la tua mail per ricevere i comunicati ed essere aggiornato sulla mia attività politica

dai comuni

Tutte le novità, notizie e riflessioni riguardanti il tuo Comune di residenza segnalate dagli amici amministratori locali e dagli elettori. Uno spazio libero per il dibattito.

Piemonte