ClaudiaPorchietto.it › Attività e iniziative

Lavoro, Porchietto: forte preoccupazione per futuro del comparto assicurativo in Piemonte

06.04.2013

A fronte dell’incontro avvenuto ieri sera tra l’assessore al Lavoro della Regione Piemonte e le rappresentanze territoriali e nazionali dei dirigenti imprese assicurative (Apdia e Fidia) per discutere della questione Fonsai, Claudia Porchietto afferma: “Esprimo la mia preoccupazione per i futuri assetti non solo di Unipol-Fonsai, ma più in generale dell’intero comparto assicurativo. Esistono delle realtà in questo settore che costituiscono parte fondamentale del tessuto produttivo piemontese. Oggi il loro ruolo e la loro permanenza, in senso manageriale e direzionale, sul nostro territorio è messo seriamente in dubbio. Una situazione del genere può creare una emorragia  occupazionale preoccupante che il Piemonte non può permettersi”.

In queste ore è sta comunicata la disponibilità di Unipol ad aprire un dialogo con la Regione Piemonte attraverso il direttore del personale (con il quale ci siamo già messi in contatto). “Nei prossimi giorni – conclude Porchietto –, d’intesa con il presidente Roberto Cota, rinnoveremo però l’invito all’ad di Unipol Carlo Cimbri. Crediamo infatti che sia indispensabile la condivisione con il dottor Cimbri degli scenari di sviluppo futuro del colosso assicurativo che verrà a crearsi dalla fusione tra Unipol e Fonsai. Allo stesso tempo domanderemo un incontro con l’ad di Generali Mario Greco: perché anche il ruolo del management e dei dipendenti di Toro ci preoccupa”.

Scarica il PDF

news

Start

video

Intervento Claudia Porchietto sull'emergenza profughi

Una frase del mio intervento: "I pochi esempi che portano i media sui profughi sono quelli brillanti che però coinvolgono solo piccole

newsletter

Inserisci la tua mail per ricevere i comunicati ed essere aggiornato sulla mia attività politica

dai comuni

Tutte le novità, notizie e riflessioni riguardanti il tuo Comune di residenza segnalate dagli amici amministratori locali e dagli elettori. Uno spazio libero per il dibattito.

Piemonte