ClaudiaPorchietto.itAttività e iniziative

Cassa in deroga, Porchietto: il Ministero ci convochi per la firma di un nuovo accordo

18.10.2012

“Ad oggi abbiamo già superato ampiamente il numero delle domande di cassa in deroga dell’intero 2011. A più riprese abbiamo sottolineato al ministero del Lavoro la necessità di risorse aggiuntive, per l’esattezza richiedendo 100milioni di euro, per coprire le nuove autorizzazioni da qui alla fine dell’anno ma le nostre legittime istanze fino ad oggi non sono state recepite”. Claudia Porchietto, assessore al Lavoro della Regione Piemonte, insieme a tutte le parti sociali, che si sono riunite oggi in commissione di Concertazione, lancia l’allarme sulla necessità di una nuova provvista di risorse per l’erogazione della cassa in deroga da qui alla fine dell’anno.

Entrando nel dettaglio i lavoratori interessati sono più di 38mila per un importo complessivo ad oggi autorizzato a preventivo che sfiora i 300milioni di euro, tetto che supereremo certamente entro la fine dell’anno. “Fin dalla prima richiesta al ministero – commenta Porchietto – abbiamo detto, sulla base dei dati storici e dei monitoraggi, che il fabbisogno per il Piemonte sarebbe stato di circa 130/150milioni di euro. Sino ad ora però abbiamo avuto solo 50milioni di euro. Il ministro Fornero ha più volte rassicurato le Regioni sulla copertura finanziaria per la Cigd per tutto l’anno in corso; attendiamo che i suoi annunci si concretizzino al più presto con la firma di un nuovo accordo”.

Scarica il PDF

news

martedì 17 ottobre 2017
Start

video

Intervento Claudia Porchietto sull'emergenza profughi

Una frase del mio intervento: "I pochi esempi che portano i media sui profughi sono quelli brillanti che però coinvolgono solo piccole

newsletter

Inserisci la tua mail per ricevere i comunicati ed essere aggiornato sulla mia attività politica

dai comuni

Tutte le novità, notizie e riflessioni riguardanti il tuo Comune di residenza segnalate dagli amici amministratori locali e dagli elettori. Uno spazio libero per il dibattito.

Piemonte