ClaudiaPorchietto.itAttività e iniziative

Asa, Porchietto: Regione e Finpiemonte pronte a sostenere gli eventuali acquirenti

21.09.2012

Un serrato controllo sui tempi della procedura per l’emissione del nuovo bando, una funzione di mediazione tra il Ministero dello Sviluppo Economico e il commissario fallimentare per ragionare su alcuni criteri del bando e la disponibilità di mettere in campo misure per sostenere i soggetti interessati all’acquisizione di Asa. Sono questi gli impegni che questo pomeriggio Claudia Porchietto ha assunto a nome della Regione durante il tavolo di crisi sull’ex Consorzio Asa. Un tavolo proficuo visto che anche i lavoratori Asa che erano saliti sul tetto in segno di protesta, hanno deciso di sospenderla.

“I tempi sono stretti, anzi strettissimi visto che abbiamo solo 42 giorni dalla prossima udienza del Tribunale – ha spiegato l’assessore al Lavoro della Regione Piemonte –. Partiamo però da una nota positiva: la presenza di cinque soggetti che hanno dimostrato il loro interesse su Asa. La verifica della loro solidità è certamente centrale per i futuro di questa azienda di servizi visto che il pubblico non poteva in alcun modo sostituirsi al privato. Proprio per via dei tempi stretti abbiamo deciso di calendarizzare una serie di incontri tecnici, il primo il prossimo venerdì, tra Consorzio, Istituzioni e sindacati per aggiornarci in tempo reale se tutti i passaggi del caso stanno procedendo in modo celere”.

“Prima del tavolo di crisi ho incontrato personalmente insieme con il presidente di Finpiemonte, Massimo Feira, il commissario Ambrosini – ha continuato l’esponente della Giunta Cota – e abbiamo offerto la nostra disponibilità a mettere in campo come già avevamo dichiarato nel mese di giugno, due misure a sostegno degli eventuali acquirenti: da un lato il fondo di garanzia per il credito alle imprese, dall’altro la misura per l’acquisizione di aziende in crisi. Due misure che sicuramente possono rendere maggiormente appetibile il bando. Il Consorzio si farà tramite nei prossimi giorni di mettere in contatto i soggetti interessati e Finpiemonte in modo che i funzionari possano esemplificare loro l’impegno concreto della Regione”.

“In ultima istanza – ha concluso Porchietto – mi sono resa disponibile, nel rispetto dei reciproci ruoli, ad essere presente ad un incontro tra la procedura e il Mise al fine di rivedere dei passaggi del bando che avevano scoraggiato alcuni investitori. È importantissimo che in questo momento continui la fattiva collaborazione e senso di responsabilità che i lavoratori hanno finora dimostrato ampiamente. Un modo per incentivare l’interessamento dei privati. Da parte mia continuerò a difende e sostenere i lavoratori Asa”.

Scarica il PDF

news

martedì 17 ottobre 2017
Start

video

Intervento Claudia Porchietto sull'emergenza profughi

Una frase del mio intervento: "I pochi esempi che portano i media sui profughi sono quelli brillanti che però coinvolgono solo piccole

newsletter

Inserisci la tua mail per ricevere i comunicati ed essere aggiornato sulla mia attività politica

dai comuni

Tutte le novità, notizie e riflessioni riguardanti il tuo Comune di residenza segnalate dagli amici amministratori locali e dagli elettori. Uno spazio libero per il dibattito.

Piemonte