ClaudiaPorchietto.itAttività e iniziative

Lavoro, Porchietto: Airaudo ha ragione quando parla di assenza di politiche industriali

31.05.2012

“Sono d’accordo con Giorgio Airaudo. Oggi in Italia vi è una pressoché totale assenza di politiche industriali da parte del Governo Monti”. Questo il commento dell’assessore al Lavoro della Regione Piemonte, Claudia Porchietto, alle esternazioni rilasciate oggi dal leader di Fiom.

“Guardiamo oltre Fiat – sostiene l’esponente della Giunta Cota – e indirizziamo la nostra attenzione  e la nostra moral suasion su chi realmente ha in mano le chiavi per poter riaccendere il motore dello sviluppo italiano, cioè il nostro Governo nazionale. Governo che se iniziasse realmente ad occuparsi concretamente di sviluppo, competitività, innovazione sarebbe in grado di salvaguardare il tessuto produttivo esistente ed attrarre altri grandi investitori senza essere obbligato a dialogare di investimenti con un unico soggetto, seppure autorevole e storico per il nostro Paese”.

“Oggi parti sociali e politica –  continua Porchietto – devono fare fronte comune e non offrire pretesti ad alcun imprenditore per lasciare il nostro Paese. La medesima richiesta di competitività che ogni giorno lancia Fiat è compiuta da altre decine di grandi e medie imprese. Penso ad esempio all’Indesit che proprio in questi giorni è diventato un caso nazionale. Se l’Italia offrisse buone condizioni per insediarsi o per continuare ad investire, non dovremmo elemosinare alcunché, sarebbero le grandi multinazionali a contattarci”.

“Oggi l’Italia – conclude l’assessore piemontese al Lavoro – soffre una differenza di competitività fiscale rispetto alla Gran Bretagna di 30 punti percentuali e di 22 rispetto alla Germania (la tassazione per le imprese ha raggiunto il 68,5%); le imprese ogni anno sperperano 45 miliardi per pratiche, moduli, autorizzazioni, modelli. A questo si aggiunge che la mappa delle aree depresse non è aggiornata alla situazione reale del Paese; nell’ultimo quinquennio di opere pubbliche abbiamo registrato un 35% in meno di investimenti pubblici. Su questi fattori, che costituiscono un vero e proprio biglietto da visita negativo per il nostro Paese, può solo intervenire il Parlamento italiano”. 

Scarica il PDF

news

martedì 17 ottobre 2017
Start

video

Intervento Claudia Porchietto sull'emergenza profughi

Una frase del mio intervento: "I pochi esempi che portano i media sui profughi sono quelli brillanti che però coinvolgono solo piccole

newsletter

Inserisci la tua mail per ricevere i comunicati ed essere aggiornato sulla mia attività politica

dai comuni

Tutte le novità, notizie e riflessioni riguardanti il tuo Comune di residenza segnalate dagli amici amministratori locali e dagli elettori. Uno spazio libero per il dibattito.

Piemonte