commenta

Nome:
Messaggio:

E-mail:
Titolo:

commenti

#2 francesco - bmw baic bollorè

il 30.07.2013 alle ore 18:40 scrive:
quello che non capisco è perche' non si concretiza mai nulla... non c'era la bmw interesata a produrre in italia?... non era interessata alla de tomaso? non ha forse accordi con la pininfarina? io direi che è ora di finirla con le parole al vento della politica... per rimettere i piedi grugliasco servono 60/80 milioni circa... si dividano le spese fra bmw pininfarina e regione e si faccia un accordo serio a 3 (non come con rossignolo) per rimettere in piedi la produzione ... magari della lusso ... cosa aspettano le istituzioni ad impegnarsi? con poco si ritorna a produrre e si danno speranze a 1000 lavoratori
#1 Umberto - Manifestazioni d'interesse?

il 20.07.2013 alle ore 18:13 scrive:
Queste manifestazioni d'interesse hanno qualche probabilità di concretizzarsi? No, perché se ne parla da tempo ma i lavoratori sono stanchi, anzi sfiniti da queste vicende. Ora, sulla Stampa, si parla anche del ricorso dei lavoratori ex Pininfarina. Mi sto chiedendo, ammesso che questo ricorso a dicembre possa portare a qualche risultato a vantaggio dei lavoratori, chi dovrebbe pagare per questo? Pininfarina o la Regione Piemonte che ha acquisito a suo tempo il sito di Grugliasco? A me sembra che la cessione del ramo d'azienda oggetto della contestazione di alcuni lavoratori, sia stato fatta per forza di cose con tutti i crismi della legalità perché in caso contrario non avrebbe potuto concludersi già ai tempi del passaggio a Rossignolo ... o sbaglio? Ho l'impressione che sia un ricorso destinato a cadere nella classica bolla di sapone. Occorre piuttosto giocare d'anticipo per la ricollocazione dei lavoratori con il coinvolgimento di qualche grosso gruppo intenzionato a far ripartire il sito produttivo ... ed io spero venga coinvolta anche la nostra Pininfarina, anche per il discorso della produzione di auto elettriche che dovrebbe essere rilanciato alla grande. Insomma, chiunque venga ... Bmw, Baic, Bolloré o altri, abbiano a collaborare col design italiano e quindi in primis con Pininfarina.